Utilizzare le informazioni digitali come strumenti competitivi grazie all'ABM

Utilizzare le informazioni digitali come strumenti competitivi grazie all'ABM

Ti ho già parlato di quanto gli scenari tradizionali interni alle imprese stiano cambiando anche nelle PMI e la principale causa è un flusso maggiore delle informazioni digitali difficili da gestire. Ora voglio suggerirti quali riflessioni dovrai fare prima di cominciare un piano di organizzazione per processi per utilizzare le informazioni digitali come strumenti competitivi grazie all’ABM (Activity Based Management).

Il valore aggiunto è dato da flussi di attività interfunzionali, tempestivi e ben strutturati

L’organizzazione per processi è l’attivazione di un’ insieme di flussi di attività interfunzionali, finalizzate alla creazione di un valore aggiunto per il cliente.  Spesso nelle aziende, vengono rappresentate le procedure, la struttura organizzativa, i budget, i bilanci e i programmi di produzione ma ognuno di questi aspetti rappresenta l’azienda con punti di vista differenti.  Sono dati indispensabili, ma il proliferale di tali e tante rappresentazioni non garantiscono un’informazione completa, anzi spesso risultando incongruenti a causa dei diversi linguaggi che difficilmente consentono verifiche agevoli.  Questo non rappresenta un forte problema, ma possono esserci serie difficoltà nella conduzione aziendale quando la complessità gestionale cresce e il controllo “a vista” non è più praticabile. È a questo punto che i problemi aumentano notevolmente e la carenza di informazioni tempestive e strutturate possono mettere in seria difficoltà il corretto governo dell’impresa.

Raccogliere e gestire le informazioni digitali 

La gestione aziendale per attività/processi (Activity Based Management) consente di superare tali carenze e di raccogliere, gestire e utilizzare le informazioni in modo:

  • Univoco: si interpreta ogni attività come una micro-impresa
  • Organico: ogni attività è integrata in uno specifico processo a sua volta in relazione agli altri processi aziendali
  • Completo: le transazioni e le informazioni sono descritte in modo esaustivo anche nelle relazioni logiche e causali che le legano
  • Dinamico: le attività non si configurano come schemi statici in cui si inquadrano realtà dinamiche (come l’organigramma aziendale) ma rappresentano esse stesse una parte della dinamica aziendale

Ma prima di cominciare un progetto di Activity Based Management,  bisogna riflettere sui processi adeguati, rispondendo ad alcuni quesiti, come:

  • Gli obiettivi conseguibili con il progetto di ABM, possono fornirmi le soluzioni ai problemi che voglio risolvere nella mia azienda?
  • La direzione aziendale condivide fermamente gli obiettivi e le modalità di lavoro? È disposta a supportare il progetto anche quando insorgeranno difficoltà e resistenze?
  • Si vuole seguire un approccio incrementale, ovvero partire con un progetto – pilota specifico solo in alcune aree oppure estendere fin da subito ABM in tutte le aree aziendali?
  • Si vuole attuare un sistema continuo e in parallelo di rivelazione per attività o un sistema che segua una modalità discontinua nella rivelazione dei dati e che tutte le informazioni siano coerenti con la logica delle attività?

Ti svelo un segreto: imprese di ogni dimensione, devono aggiornare la propria visione organizzativa favorendo un governo d’impresa orientato all’ascolto e alla soddisfazione dei bisogni dei propri clienti

L’economia digitale offre sicuramente notevoli opportunità e nuovi spazi di azione ma richiede anche significativi impegni di risorse ed innovazione organizzative continue.

Se sei interessato particolarmente all’argomento, ti consiglio di cliccare qui, dove potrai scaricare e consultare l’intero documento sull’organizzazione per processi.

La tua PMI sta affrontando dei cambiamenti a causa dell’economia digitale?

Senti di avere i giusti strumenti per affrontare tali cambiamenti?

Pensi di gestire e raccogliere adeguatamente le informazioni digitali?