Come vincere le difficoltà nelle PMI


Se stai leggendo questo articolo probabilmente sei un imprenditore o un manager di un’azienda che sta attraversando una fase di difficoltà, causata dall’emergenza Covid o da problematiche strutturali che arrivano da più lontano.

Sicuramente hai già messo in atto diversi interventi per risolvere questa situazione e rilanciare il tuo business, e in particolare immagino che nei mesi scorsi la tua azienda abbia attuato alcuni tra questi provvedimenti “emergenziali”:

  • il ricorso alla cassa integrazione in deroga;
  • le moratorie sui finanziamenti bancari;
  • la richiesta di nuova finanza alle banche;
  • la riduzione dei costi interni, e in particolare di quelli commerciali;
  • il blocco degli investimenti non strategici;
  • il recupero di flussi di cassa attraverso la gestione del capitale circolante.

Questo ti ha senza dubbio aiutato a tamponare la situazione di difficoltà nel breve/brevissimo periodo, ma forse sei ancora alla ricerca di una “formula” che ti possa aiutare a traghettare l’azienda fuori da questa emergenza, concepire un progetto strategico di medio periodo e ritornare a essere competitiva sul mercato.

Innanzitutto ti voglio rassicurare che, se questa è davvero la situazione in cui versa oggi la tua azienda, non sei l’unico ad affrontarla.

In base alla mia esperienza e ai numerosi studi che ho condotto con il mio centro ricerche (Family Business Academy), nel 2021, molte imprese di medie e piccole dimensioni entreranno in stagnazione o in qualche stadio di difficoltà.

In particolare, un Osservatorio che abbiamo realizzato recentemente su un campione di oltre 6.000 PMI (e che è stato pubblicato anche su diversi media) evidenzia che il 75% delle PMI si troverà in una delle seguenti situazioni:

  • imprese in stagnazione: 34%;
  • imprese in difficoltà: 19%;
  • imprese in declino: 15%;
  • imprese insolventi: 7%.

Queste stime sono in linea con quelle del Centro Studi Confindustria, che in una recente nota ha evidenziato come nel 2020 il comparto manifatturiero nazionale abbia subito:

  • un calo di fatturato del -14,5% rispetto al 2019;
  • una perdita di cash flow superiore agli 80 miliardi di €;
  • un aumento dell’indebitamento bancario pari a quasi 50 miliardi di €;
  • un peggioramento della capacità di rimborso dei debiti, passata da 2,2 anni a 5,4 anni di cash flow.

Lo scenario a mio avviso, nonostante gli interventi fatti e le novità normative introdotte per sostenere le imprese in difficoltà, è destinato a peggiorare nel corso del 2021 a causa di diversi fattori, tra cui:

  • la scadenza delle moratorie sui finanziamenti bancari (giugno 2021);
  • la scadenza della cassa integrazione in deroga (marzo 2021);
  • la scadenza delle garanzie gratuite del Fondo Centrale e di SACE a favore delle PMI (giugno 2021);
  • l’incertezza sulla ripresa dell’economia dovuta al prolungamento della seconda ondata di pandemia.

Nei prossimi mesi quindi mi aspetto che la maggior parte delle aziende si troverà a dover affrontare progetti di trasformazione ritardata.

La “trasformazione ritardata” è quella particolare tipologia di rinnovamento che è necessario mettere in atto a causa di mancate trasformazioni tempestive che si sarebbero dovute porre in atto in periodi precedenti.

In questo e in altri articoli ti dimostrerò che ogni azienda può essere trasformata e rilanciata.

Nel caso specifico tratterò determinate tipologie di trasformazioni: quelle inerenti le imprese in situazioni di stagnazione e nei diversi stadi di difficoltà.

All’interno dei prossimi articoli ti descriverò quindi, in maniera analitica, i diversi stadi delle imprese in stagnazione e difficoltà, le conseguenti problematiche specifiche presenti in ogni stadio e le relative modalità di trasformazione. Inoltre, per ogni situazione ti parlerò di un nemico e della parola magica per sconfiggerlo.

Ma prima ti chiedo di rispondere a queste domande:

In quale di queste situazioni secondo te si trova la tua azienda oggi?

L’azienda sta attraversando una fase di stagnazione e necessita di un piano di recupero di fatturato e competitività sul mercato? vai all’articolo

L’azienda sta attraversando una fase di difficoltà e necessita di un piano di miglioramento delle performance e recupero degli equilibri? vai all’articolo

L’azienda sta attraversando una fase di declino e necessita di un piano di ristrutturazione e rilancio? vai all’articolo

L’azienda sta attraversando una fase di crisi e necessita di un piano di risanamento? vai all’articolo

Contattaci se vuoi approfondire