Il Blog del cambiamento

Prevenzione della crisi d’impresa: ecco un modello d’intervento scientifico


Prevenzione della crisi d’impresa: ecco un modello d’intervento scientifico

Il modello di intervento di cui ti parleremo è finalizzato alla prevenzione della crisi d’impresa, che ricordiamo essere lo strumento più efficace per evitare le difficoltà.

Questo piano d’intervento, lo abbiamo applicato per tante imprese nel corso della nostra esperienza ed ora lo vogliamo condividere con te. Il nostro modello d’intervento si articola in 3 fasi: DIAGNOSI -> PROGETTAZIONE -> ESECUZIONE

VEDIAMO PERCHE’ SONO FONDAMENTALI PER LO SVILUPPO DELL’IMPRESA

DIAGNOSI AZIENDALE

La diagnosi, permette di fare una analisi precoce e serve per identificare in che stadio di difficoltà si trova l’azienda. La diagnosi è come se fosse una “visita medica generale all’impresa”, proprio come degli attenti medici del business, durante la diagnosi bisogna chiedersi:

1- L’impresa ha avuto buone performance negli ultimi 3 anni? E nell’ultimo anno? E nell’anno in corso?

2- Sono presenti anomalie nei rapporti con clienti, fornitori, banche, enti previdenziali e vari stakeholders?

3- Il mercato, il settore o l’organizzazione in cui si colloca l’impresa, da segnali d’allarme?

Ricordiamoci che tutte queste domande sono FONDAMENTALI per il piano d’intervento e sono il primo e indispensabile passo per uscire dalle difficoltà. Mai accontentarsi della ”Prima impressione”!

PROGETTAZIONE

A questo punto in base ai risultati della diagnosi viene progettato il piano di stabilizzazione, recupero e rilancio che in genere prevede la progettazione e strutturazione di quelle che saranno le azioni decisive per la buona riuscita dell’intervento. Ecco cosa prevede generalmente questa delicata fase:

  • l’avvio di azioni di emergenza e stabilizzazione della crisi
  • la costituzione di un team di intervento: professionisti esterni e manager interni
  • la costruzione e l’analisi degli scenari di possibile evoluzione della situazione aziendale
  • la formulazione della strategia di recupero e rilancio dell’impresa
  • la costruzione del piano strategico, organizzativo e finanziario

ESECUZIONE DEL PIANO

Adesso è arrivato il momento di concretizzare ulteriormente ciò che è stato analizzato e progettato, ecco cosa prevede l’esecuzione:

  • La riconfigurazione dell’organizzazione dell’azienda
  • la ristrutturazione finanziaria attraverso interventi sia sul debito e sia sul capitale.
  • l’apertura del capitale a nuovi partner esterni

Diagnosi, Progettazione ed Esecuzione sono quindi le tre fasi che permettono all’impresa di prevenire la crisi con un assetto organizzativo e finanziario solido, che permetteranno di poter cogliere le sfide del mercato, come un’opportunità.

La tua azienda è pronta per il cambiamento strategico? Preparati con un modello d’intervento personalizzato sulla tua azienda. Contattaci!

Scarica la pubblicazione integrale!