Case Studies
pubblicati

Strategie e Family Business

Nuovi sistemi di allerta nelle situazioni di difficoltà d’impresa mature


La prevenzione delle difficoltà, dettata dalle novità introdotte dai nuovi sistemi d’allerta previsti dal
Codice della Crisi d’impresa, giocherà un ruolo centrale e spingerà le aziende ad adottare nuovi
strumenti per prevenire, riconoscere e affrontare tempestivamente i primi segnali di crisi. Ma come si
possono implementare sistemi di allerta efficaci all’interno delle medie e piccole imprese? Lo si
esamina attraverso un reale caso aziendale, in questo contributo.

Prevenire e risolvere situazioni di difficoltà con i nuovi Sistemi di Allerta


Con questo contributo, il primo di una serie dedicata a queste tematiche, si vuole proporre, anche con l’ausilio di alcuni casi aziendali reali, un modello di intervento volto a prevenire e risolvere situazioni di difficoltà e a prepararsi al meglio agli importanti cambiamenti previsti dalla normativa.

Le imprese familiari dell’Emilia Romagna: performance del 2018


In questo contributo si riportano i risultati dell'edizione 2018 dell'Osservatorio "Valore impresa Famiglia" della Family Business Academy, che ha preso in esame le performance di oltre 3.300 PMI familiari con sede in Emilia Romagna e le ha messe a confronto con quelle di circa 2.400 PMI non familiari.

Un percorso per lo sviluppo delle PMI ad alto potenziale di crescita


Con questo contributo cerchiamo di fornire informazioni, strumenti e metodologie che le PMI ad alto potenziale di crescita possono utilizzare per comprendere se possiedono i requisiti per l’avvio immediato del percorso di quotazione sul mercato AIM, o se questo deve essere avviato a valle di un piano di miglioramento o di change management.

Le imprese familiari dell’Emilia Romagna: performance del 2017


In questo contributo si riportano i risultati dell'edizione 2017 dell'Osservatorio "Valore impresa Famiglia" della Family Business Academy, che ha preso in esame le performance di oltre 3.300 PMI familiari con sede in Emilia Romagna e le ha messe a confronto con quelle di circa 2.500 PMI non familiari.

Strategie di riorganizzazione e rilancio: il caso Felsinea Ristorazione Srl


Riorganizzare e rilanciare un’azienda è sempre un’attività delicata e complessa. Lo diventa ancora di più quando a capo dell’azienda si trovano più famiglie imprenditoriali con culture manageriali diverse. È questo il caso di Felsinea Ristorazione, storica azienda bolognese operante nel settore della ristorazione collettiva. In questo contributo si descriverà come l’azienda è riuscita a rilanciarsi, mettendo in piedi un’organizzazione in grado di guidare il cambiamento.

Strategie di ristrutturazione e rilancio: il caso Evicarri SpA


Anche all’interno di mercati maturi e settori in difficoltà spesso si possono trovare casi di imprese che riescono a creare valore. Che cos’hanno queste imprese di diverso rispetto ai loro competitor che, invece, faticano e,nei casi peggiori,chiudono? Il caso di Evicarri S.p.A. è particolarmente emblematico in questo senso e può aiutare a trovare qualche spunto di riflessione utile e applicabile in diversi contesti aziendali.

Strategie di ristrutturazione e rilancio: il caso Nanosurfaces Industries Srl


Fare una strategia e metterla in esecuzione. Questo obiettivo è da sempre al centro dei pensieri dell’imprenditore che, da un lato ne percepisce l’assoluta necessità per guidare l’impresa e orientare l’organizzazione, e dall’altro avverte la difficoltà nel dotarsi degli strumenti e delle competenze adatte per raggiungerlo. Per affrontare questo tema si ricorrerà a un caso concreto, attraverso la descrizione dell’esperienza di un’impresa che, attraverso la corretta formulazione ed esecuzione di una strategia di ristrutturazione prima, e di rilancio poi, sia riuscita a uscire da una situazione di forti difficoltà e a riconfigurarsi e ripartire.

Il valore delle imprese familiari: l’Osservatorio Family Business Academy


In questo contributo si espongono i risultati di un’analisi condotta dall’Osservatorio Family Business Academy relativi alla capacità di creare valore delle imprese familiari. L’indagine è stata condotta su un campione di aziende dell’Emilia Romagna e mette a confronto i dati raccolti con quelle delle imprese a conduzione non familiare per trarne un interessante confronto.

L’esecuzione del piano di crescita per linee esterne: casi a confronto


Nel presente contributo si descriverà, attraverso l’illustrazione di alcuni casi aziendali, una metodologia adottabile dalle PMI che vogliano affrontare, in modo efficace, un percorso di crescita e riposizionamento strategico attraverso aggregazioni con altre realtà del settore, o di settori «adiacenti».

Crescere all’estero con le aggregazioni: il caso Pasticceria Industriale SpA


Nel presente contributo si descriverà, attraverso l’illustrazione di un caso aziendale, unametodologia adottabile dalle PMI che vogliano identificare, selezionare e valutare i target idealiper la realizzazione di un percorso di internazionalizzazione attraverso aggregazioni con altre realtà del settore, o di settori «adiacenti».

Crescere e riposizionarsi attraverso le aggregazioni: il caso Imballaggi Plastici Srl


Nel presente contributo si descriverà, attraverso l’illustrazione di un caso aziendale, una metodologia adottabile dalle PMI che vogliano impostare un percorso di crescita e riposizionamento strategico attraverso la realizzazione di aggregazioni con altre realtà del settore, o di settori «adiacenti».

Piani aziendali: l’opinione di 10 banche


Mondaini Partners e i Giovani Imprenditori di Unindustria Bologna, hanno avviato un osservatorio sulla qualità dei Piani aziendali redatti e presentati dalle imprese alle banche. Alla ricerca hanno partecipato: Banca Nazionale del Lavoro, Banca Popolare Emilia Romagna, Banca Popolare di Milano, Caricento, Cariparma, Carisbo, Credem, Monte Paschi Siena, Unicredit, BCC Castenaso. I primi risultati della ricerca sono stati pubblicati da Ipsoa Editore

Progetto Rilancio: il caso Macchinari Agricoli SpA


Si presenta il caso di un’impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio, è riuscita ad individuare la via migliore per il ritorno all’equilibrio finanziario ed al risanamento della posizione debitoria.

Progetto Rilancio: il caso Abbigliamento Srl


Si presenta il caso di un’impresa che aderendo al progetto Ri-Lancio è riuscita ad individuare la strada migliore per rinnovarsi e rilanciare il proprio business, attraverso la progettazione di un piano di crescita e l’ampliamento dei confini del proprio mercato.

Progetto Rilancio: il caso Costruzioni SpA


In questo contributo verrà illustrato il caso di un’impresa che, aderendo al Progetto Ri-Lancio, è riuscita ad individuare la via migliore per recuperare la stabilità e gli equilibri finanziari, attraverso un percorso strutturato di sviluppo del capitale e a rilanciare il proprio business attraverso la progettazione di un piano di crescita ed «ampliamento dei confini» del proprio mercato.

Progetto Rilancio: il caso Pannelli Srl


In questo contributo, successivamente alla descrizione del servizio, verrà illustrato il caso reale di un’impresa che, aderendo al Progetto Rilancio, è riuscita ad individuare la via migliore per rivitalizzarsi e rilanciare il proprio business, accelerando i tempi della ripresa e ritornando nel breve termine a creare il valore «eroso» negli ultimi anni.

Un modello di gestione dei processi di cambiamento e ritorno al valore


In questo contributo sono illustrati gli elementi chiave di un processo di turnaround e rilancio aziendale, inquadrandoli all’interno di un modello di gestione generale e trasversale rispetto ai settori ed alle dimensioni.

Cambiamento e ritorno al valore: la Provincia di Forlì Cesena ed il caso Eventi Srl


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Forlì Cesena ed il caso aziendale di Ristorazione Italiana Srl, un turnaround guidato dall’innovazione strategica e dalla creazione di una proposizione di valore al cliente finale senza precedenti.

Cambiamento e ritorno al valore: la Provincia di Modena ed il caso Centro Sportivo Srl


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Modena ed il caso aziendale di Centro Sportivo Srl, un turnaround guidato dal rilancio del business attraverso l’innovazione dell’offerta.

Cambiamento e ritorno al valore: la Provincia di Parma ed il caso Dolciumi SpA


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Parma ed il caso aziendale di Dolciumi SpA, un turnaround basato sulla ristrutturazione societaria e finanziaria.

Cambiamento e ritorno al valore: la Provincia di Ravenna ed il caso Termoidraulica Srl


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Ravenna ed il caso aziendale di Termoidraulica Srl, un turnaround fallito perchè basato su un processo di diversificazione del business non sostenibile.

Turnaround e ritorno al valore: la Provincia di Reggio Emilia ed il caso Enologia Italiana Srl


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Reggio Emilia ed il caso aziendale di Enologia Italiana Srl, un turnaround guidato dalla ristrutturazione finanziaria.

Turnaround e ritorno al valore: la Provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Ferrara ed il caso aziendale di Sedie Italiane Srl, un turnaround basato sull’ingresso nella compagine azionaria di un fondo di private equity.

Turnaround e ritorno al valore: la Provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia Italiana SpA


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Bologna ed il caso aziendale di Alta Tecnologia Italiana Spa, un turnaround basato sulla crescita per vie esterne (acquisizioni e partnership).

Turnaround e ritorno al valore: la Provincia di Rimini ed il caso Motori Italiani SpA


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Rimini ed il caso aziendale di Motori Italiani SpA, un turnaround basato sul ridisegno del sistema di governance ed organizzativo.

Turnaround e ritorno al valore: la Provincia di Piacenza ed il caso Ristorazione Italiana Srl


In questo contributo sono pubblicati i risultati di un osservatorio sulla situazione delle PMI della Provincia di Piacenza ed il caso aziendale di Ristorazione Italiana Srl, un turnaround guidato dall’innovazione strategica.

Turnaround e ritorno al valore: lo scenario per le imprese dell’Emilia Romagna


In questo contributo si analizza il contesto di riferimento attuale del turnaround in Italia, e nello specifico in Emilia Romagna, e si descrivono alcune linee guida basilari per la corretta gestione di un processo di ristrutturazione aziendale, finalizzato al ritorno alla creazione di valore.

Crescita e dimensione ottimale: un caso di aggregazione nel settore plastico


Si riprende con questo contributo il tema della crescita e della ricerca della dimensione ottimale per le PMI italiane, presentando il caso di due imprese che hanno deciso di aggregarsi per raggiungere un posizionamento critico all’interno del settore dello stampaggio di materie plastiche per il packaging, altrimenti difficilmente conseguibile nel medio periodo da ciascuna delle due imprese attraverso un processo di crescita interna.

La ricerca della dimensione ottimale per le aziende italiane


La crescita dimensionale per le PMI italiane è oggi più che mai una necessità, per riuscire a mantenere un posizionamento competitivo nel mercato mondiale. Con questo contributo si illustra il caso di un’impresa italiana che ha deciso di intraprendere un processo di forte crescita, sia interna che esterna, definendo dapprima le linee guida della strategia di sviluppo che avrebbe seguito per evitare che la crescita generasse squilibri finanziari e dimensionali, difficili poi da contenere una volta avviati.

Alla ricerca dell’essenza del business


Dovrebbe trattarsi di un processo senza soluzioni di continuità: inarrestabile e coinvolgente, impegnativo ma fruttifero: la ricerca di nuovi business e l’analisi critica di quelli già consolidati e caratteristici. Non sempre però la Direzione aziendale è attenta a quest’ opera di introspezioni ed osservazione esterna, al punto di non accorgersi di pericolosi campanelli d’allarme e dell’esigenza di un ripensamento strutturale prima della crisi fatale.

Lo sviluppo del “diagnostico” per l’impresa che cresce


Lo sviluppo dimensionale come scelta strategica aziendale. I risvolti organizzativi ed i riflessi sullo stile di direzione e di leadership, sulle metodologie, i sistemi ed i processi aziendali, alla luce del caso Edisolution Spa.

Iscriviti alla newsletter di
Mondaini Partners