Case Studies pubblicati

Pianificazione e Controllo

Costruire un budget efficace in tre giorni


Il budgeting è uno dei processi più importanti per un’organizzazione, indipendentemente dalle
dimensioni, dal settore di attività, dal livello di complessità strutturale. Nonostante ciò, ancora oggi è
diffuso nelle aziende, in particolare in quelle di piccole emedie dimensioni, un approccio al budget
che prevede tempi lunghi, costi elevati e risultati spesso insoddisfacenti. Esiste tuttavia il modo, per
qualsiasi azienda, di ridurre tempi e costi, e di sfruttare a pieno tutte le potenzialità che tale processo
offre: passare dalla logica “sequenziale” a quella “simultanea”. Con la tecnica descritta in questo
contributo, seguendo i passaggi operativi illustrati anche con l’ausilio di un caso aziendale, è possibile
costruire un budget efficace in tempi molto brevi.

La valorizzazione degli asset intangibili nei piani aziendali: il caso Image Line


Valorizzare e gestire gli asset intangibili dell’impresa sta diventando un’attività sempre più strategica, sia per migliorare la comunicazione verso banche e altri stakeholder esterni, sia per potenziare i processi interni di pianificazione e controllo delle performance. Con il presente contributo si cercherà di illustrare un modello operativo utile in questo senso per qualsiasi impresa, e un caso concreto di applicazione dello stesso, raccontato direttamente dall’imprenditore.

Come passare dal budget tradizionale al piano d’azione annuale: il caso GDO


L’evoluzione rapida e irreversibile dei contesti di riferimento in cui le aziende si trovano oggi ad operare richiede da parte delle stesse una capacità di reazione e di innovazione senza precedenti. Innovazione che non può più essere limitata ai servizi ed ai prodotti offerti, o agli strumenti di marketing, ma che deve permeare anche i sistemi di management, così che l’intera struttura sia più preparata alle nuove sfide che il mercato presenta.

Dall’analisi delle criticità aziendali alla strategia di rilancio


La comprensione approfondita della situazione aziendale è il primo passo per poter affrontare in modo strutturato il processo di costruzione e formalizzazione dei piani aziendali, e per far sì che i piani stessi siano effettivamente realizzabili e sostenibili anche agli occhi degli interlocutori esterni. Si illustreranno in queste pagine, anche attraverso un caso aziendale, metodologie, strumenti e fasi del processo che porta alla definizione delle linee guida del piano di rilancio e sviluppo dell’azienda.

Un’ indagine sulla qualità dei piani aziendali ricevuti dal sistema bancario


Nel presente contributo si riportano i principali risultati di un’indagine, condotta nel corso del 2013, che ha coinvolto direttamente i funzionari di alcuni tra i principali istituti di credito nazionali in merito alla qualita` dei piani aziendali che le imprese forniscono alle banche.

Controllare la marginalità delle vendite: il caso Saltari Srl


L’analisi delle varianze o degli scostamenti è una metodologia che consente all’impresa di valutare le performance economiche conseguite a consuntivo e di confrontarle con gli obiettivi di budget,i risultati storici dell’impresa o benchmark esterni.Tale metodologia produce i maggiori effetti benefici se adottata da imprese che si trovino ad operare in contesti estremamente competitivi e turbolenti,all’interno dei quali il focus della proprietà e della direzione va necessariamente spostato dal fatturato alle marginalità economiche.È questo il caso di Saltari S.r.l.

Il caso Starmech: costruzione di un sistema retributivo integrato per obiettivi


In questo articolo si vogliono presentare i principali aspetti che determinano l’opportunità di introdurre in azienda una parte variabile della retribuzione ed i passaggi fondamentali per la costruzione di un impianto di definizione di tale variabile. Si presenta quindi il prosieguo del caso vissuto in Starmech Spa che ha deciso di affrontare in modo strutturato ed accorto il tema della retribuzione del personale, ed in particolare dei suoi manager-soci.

Sistema retributivo integrato per obiettivi: motivazione ed equità, per essere competitivi


In questo articolo viene proposto, dopo un excursus concettuale sul tema dell’incentivazione del personale ed alcune osservazioni specifiche in merito, un caso in cui un approccio strutturato al tema della retribuzione del personale – e dei manager in particolare – è risultato agente cruciale per la creazione di un valore culturale-organizzativo specifico, tanto peculiare per l’azienda quanto fondamentale per la realizzazione di un forte cambiamento strategico.

Strategia di sviluppo dell’impresa: i vantaggi di un sistema premiante diffuso


Al fine di ottimizzare le attività aziendali ed i processi gestionali è consigliabile per il management sviluppare o migliorare la comunicazione tra i vari livelli e comparti dell’impresa, nonché fornire un orientamento unificato alle varie strutture partendo dalle singole risorse impiegate. I vantaggi che possono derivare dall’applicazione di un sistema premiante quale strumento di gestione e di guida al miglioramento, sono molteplici.

Comunicazione e informazioni per il processo di budgeting: partire dalla budget letter


Attraverso un documento preliminare che presenti le linee guida delle azioni da intraprendere è possibile chiarire in anticipo i presupposti del piano aziendale da condividere con tutte le figure professionali coinvolte nel processo. Attraverso la presentazione di un caso si illustrano i principali contenuti e gli steps necessari per la stesura della “budget letter”.

Innovare la contabilità analitica per la quotazione


La decisione di quotarsi in Borsa rappresenta un evento aziendale che può impattare notevolmente sulle esigenze informative e sulla configurazione degli strumenti di controllo di gestione. Il necessario adeguamento del sistema di contabilità analitica, viene analizzato con riferimento al caso di una società manifatturiera operante nel settore dell’identificazione automatica.

Migliorare per competere: la pianificazione diventa annuale


Nello sviluppo di piani di miglioramento aziendale è fondamentale una pianificazione integrata che formalizzi la “vision” in un piano pluriennale. Per raggiungere gli obiettivi è però utile focalizzare l’attenzione sull’anno in corso, con la stesura di un piano annuale. Si propone una metodologia per la realizzazione di tale documento.

Gli “extended ERP”: il processo di scelta


I “passaggi” fondamentali per fare una scelta oculata e prevenire traumi e disfunzioni nei processi gestionali: analisi di un processo che diventa sempre più “strategico”.

Una “vision” integrata per competere con successo


Funzioni “permanenti”, prodotti, strumenti, e obiettivi per lo più annuali (propri dei sistemi di programmazione e controllo di gestione tradizionali) si sono dimostrati inadeguati per guidare con successo l’impresa all’interno dei nuovi scenari di business. I sistemi di management emergenti sono configurati sempre più come processi e adottano logiche non più ottimizzatrici ma imprenditoriali a tutti i livelli dell’organizzazione.

Activity Based Budgeting: dalla logica funzionale a quella di “processo”


Miglioramento dell'efficacia aziendale e riduzione degli sprechi sono fra i principali obiettivi dell'Activity Base Budgeting.

Il processo di budgeting: dalla previsione dei risultati all’organizzazione aziendale


Il momento decisionale precede il ciclo contabile poiché riguarda la scelta delle alternative di azione da intraprendere per raggiungere gli obiettivi che l'azienda si è prefissi. E' proprio in tale momento che nascono i programmi d'azione.

Le commesse di vendita: il limite inferiore di prezzo


La determinazione del prezzo della commessa di vendita risulta condizionata dalle scelte aziendali in merito al metodo di calcolo dei costi di commessa.

Commesse interne sotto controllo


Diversi sono i passaggi fondamentali per implementare il controllo sulle commesse interne e sui centri di responsabilità, controlli che risultano complementari a quelli attuati sulle commesse di vendita e indispensabili per la realizzazione di un sistema di programmazione e controllo completo.

Dal controllo delle commesse di vendita al controllo delle commesse interne


Un caso aziendale illustra come introdurre un completo sistema di programmazione e controllo, articolato per centri di costo, che permetta di gestire sia le commesse di vendita, sia le commesse ad uso interno, alle quali, in genere, si dedica minore attenzione.

Calcolare il costo dei servizi accessori al prodotto


Il tentativo di soddisfare ogni esigenza possibile dei clienti implica spesso costi che compromettono la redditività dell'impresa.

L’analisi del consolidato per la programmazione e il controllo


Come analizzare il bilancio consolidato ai fini della programmazione e il controllo.

Come applicare l’analisi di break-even


Come si applica concretamente l'analisi di break-even?

Iscriviti alla newsletter di
Mondaini Partners