il capitale Intangibile: le 4 aree

Misurare e comunicare il capitale Intangibile


le 4 aree


Ti ho spiegato perché è sempre più importante valorizzare il capitale intangibile dell’impresa. Ora parleremo di come si può identificare il valore degli asset intangibili,  grazie ad alcune linee guida che possano aiutare la tua azienda a misurare e comunicare il capitale Intangibile, iniziando a catalogare gli asset intangibili dell’impresa e a riclassificarli all’interno di uno schema costituito da 4 aree.

Le 4 aree principali per misurare e comunicare il capitale intangibile

In realtà non esistono veri e propri modelli standardizzati, adottabili da parte delle imprese che vogliono iniziare ad approcciare a tale materia. Di conseguenza, la prima cosa che dovrai fare è iniziare a “catalogare” gli asset intangibili dell’impresa e a “riclassificarli” all’interno di uno schema la cui applicazione è assolutamente trasversale rispetto a settori, dimensioni e tipologie di attività. Le 4 aree principali rappresentano quattro categorie di capitali intangibili che possono trovarsi all’interno della tua impresa, e sono il capitale:  relazionale; umano; organizzativo ed intellettuale.

Cos’è il capitale relazionale?

È l’insieme di tutti gli asset relativi al portafoglio di relazioni di cui l’impresa dispone in via esclusiva e da cui può trarre un vantaggio competitivo, quindi il capitale relazionale può includere relazioni con:

  •  i clienti e il mercato
  •  la rete vendita e i canali di distribuzione
  • i fornitori strategici
  • le partnership e alleanze sviluppate all’interno e all’esterno del settore di riferimento
  •  il sistema bancario e la comunità finanziaria
  • soci, investitori, azionisti e altri stakeholders

Cos’è il capitale umano?

È l’insieme di tutti gli asset relativi alle risorse umane che lavorano o collaborano con l’impresa e che generano un vantaggio, quindi Il capitale umano può includere, a titolo di esempio non esaustivo:

  • la qualità delle risorse umane
  • le competenze specifiche e trasversali delle risorse umane
  • gli atteggiamenti e i comportamenti delle risorse umane
  • lo stile di leadership dell’impresa
  • le motivazioni delle risorse umane
  • il clima aziendale in generale

Cos’è il capitale organizzativo?

È l’insieme di tutti gli asset relativi alla struttura organizzativa dell’impresa che prescindono dalle risorse umane e che contribuiscono a generare un vantaggio competitivo esclusivo e duraturo, quindi il capitale organizzativo può includere:

  • le caratteristiche del sistema di governance e controllo
  • le caratteristiche della struttura organizzativa
  • l’insieme delle procedure aziendali
  • i sistemi di gestione e condivisione del know-how
  • gli strumenti e le metodologie di gestione dei processi aziendali

Cos’è il capitale intellettuale?

È l’insieme di tutti gli asset relativi al patrimonio “intellettuale” dell’impresa che le conferisce un vantaggio competitivo e che può essere tutelato con specifici strumenti, quindi il capitale intellettuale può includere, a titolo di esempio non esaustivo:

  • brevetti sviluppati e depositati
  • marchi creati e registrati
  • diritti d’autore
  • le licenze, le concessioni e le autorizzazioni
  • il portafoglio di prodotti e/o servizi innovativi
  • gli strumenti e le metodologie di gestione e tutela dell’innovazione
  • i risultati delle attività di ricerca e sviluppo in generale.

In questo articolo, racconto il caso di un’impresa che ha deciso di focalizzare sugli elementi intangibili i propri sistemi di management e di comunicazione finanziaria, con l’obiettivo di rafforzare i processi di pianificazione e controllo e valorizzare verso gli interlocutori esterni il proprio capitale intangibile.

Contattaci se vuoi approfondire